Scontri

Cronologia Incidenti

Quello che segue è solo un resoconto tratto da articoli di giornale che riportano alcuni incidenti in cui sono stati coinvolti i tifosi della Lazio nel corso degli anni.

arkan2000 – 20 gennaio
LAZIO vs BARI
In curva Nord viene esposto uno striscione in memoria della morte di Arkan: “Onore alla Tigre Arkan”.

 

 

2000 – 26 febbraio
LAZIO vs UDINESE
Incidenti alla fine della partita tra tifosi laziali e forze dell’ordine.

2000 – 15 aprile
FIORENTINA vs LAZIO
“Fiorentina-Lazio: ancora incidenti.”
“Prima e dopo la partita scaramucce tra tifosi, durante il match fitto lancio di oggetti da settore a settore”.

2000 – 11 maggio
VIA ALLEGRI – ROMA
Incidenti per le vie di Roma. 5000 tifosi laziali scendono in piazza per protestare sotto la sede della FIGC per l’ennesimo campionato rubato.
Portano con loro striscioni tipo “Se spareggio non sarà bruceremo la città” e “Spareggio o guerra”. Parte un lancio di uova degli ultras verso le forze dell’ordine che rispondono a suon di lacrimogeni. Scoppieranno incidenti anche a piazza del Popolo e a villa Borghese.

allegri1 allegri2 allegri3 allegri4

 

 

 

 

 

arsenal2000 – 18 ottobre
LAZIO vs ARSENAL
Incidenti per le vie di Roma provocati dai tifosi inglesi.
Prima della partita vengono accoltellati due tifosi dei Gunners e vengono incendiate due auto della polizia municipale.

 

lz-na00012001 – 7 gennaio
LAZIO vs NAPOLI
“Guerriglia urbana a Roma”.
Prima della partita accoltellato un tifoso del Napoli. All’arrivo dei pullman partenopei, lancio di pietre da parte di alcuni tifosi laziali vetri in frantumi. Violenti scontri anche all’interno dello stadio con lancio di torce da un settore all’altro. Cariche della polizia. Fermati, dopo la partita, 4 tifosi laziali, trovati in possesso di 4 molotov.

 

Alla fine del primo tempo i napoletani espongono lo striscione “Venite alla stazione… al resto pensiamo noi“, l’articolo sotto spiega bene l’evolversi degli eventi. Clicca per ingrandirlo.

2001lazionapoli

2001 – 29 aprile
ROMA vs LAZIO
Incidenti prima della partita tra opposte fazioni sotto la curva Sud. Durante l’intervallo in curva Nord viene esposto uno striscione “Squadra di negri… Curva di Ebrei”. Violenti scontri alla fine della partita tra tifosi laziali e forze dell’ordine con lancio di lacrimogeni. Incendiato un pino centenario e motorini dati alle fiamme. Per la Lazio 25 milioni di multa più la squalifica del campo per una giornata.

2001 – 27 ottobre
ROMA vs LAZIO
Prima della partita vengono sequestrati 40 ragazzi degli Irriducibili che stavano preparando la coreografia. Scoppiano violenti scontri in curva Nord tra ultras e polizia che tenta di entrare in curva, sparando 4 lacrimogeni, ma viene ricacciata dai tifosi.

commandobloc2002 – 10 gennaio
MILAN vs LAZIO – Coppa Italia
Commando Ultras bloccato allo stadio.
“Due tifosi laziali arrestati e 23 denunciati: avevano comprato le armi prima del match. Per non dare nell’occhio avevano preso 6 taxi dalla stazione. In manette due tifosi”

2002 – 10 marzo
LAZIO vs ROMA
Prima della partita cariche di allegerimento da parte delle forze dell’ordine fuori dalla Curva Nord. Sul 3-0 per la Roma scoppiano violenti scontri nel piazzale antistante la curva laziale tra ultras e forze dell’ordine. Incendiata una volante della Polizia, feriti e arresti.

2002 – 28 aprile
BOLOGNA vs LAZIO
Incidenti a Bologna: 2 feriti.
“Un tifoso rossoblù accoltellato e un laziale contuso è il bilancio degli scontri avvenuti nella zona dello stadio prima della partita”.

lzju0203a1 lzju0203a2 lzju0203a32002 – 31 agosto
LAZIO vs JUVENTUS (amichevole)
Guerra all’Olimpico, curva inagibile
“Tre juventini accoltellati. Un ultras arrestato per devastazione e saccheggio. 1 milione e 500 mila euro di danni, curva inagibile”.
“Ventiquattr’ore dopo, il bilancio parla da solo: danni per centinaia di migliaia di euro, decine di locali del Coni devastati, tre tifosi juventini accoltellati, due funzionari di polizia contusi e uno intossicato dal fumo sviluppatosi dalle due autovetture, una della polizia e una dei carabinieri, date alle fiamme insieme a due furgoni di gadget e panini nel piazzale sotto la Nord.”

2002 – 18 settembre 2002
TERNANA vs LAZIO (amichevole)
Tifoso accoltellato dopo la partita.
“Aggressione a ponte le cave: sequestrate dalla polizia MAZZE e STRISCIONI, denunciati cinque ultras della lazio, tra cui un 16enne, reo di aver accoltellato un ventenne tifoso ternano. E doveva essere un amichevole.”

2002 – 24 novembre 2002
LAZIO vs MODENA
Incidenti all’Olimpico prima della partita. Ferito un vigile, auto danneggiate
“I tefferugli scoppiati tra le opposte tifoserie nei pressi dell’Olimpico, è rimasto ferito un vigile urbano, prima tramortito da un colpo di bastone e poi colpito da una coltellata alla coscia destra. Il fatto è avvenuto alle 19,40. Il vigile è stato subito soccorso e accompagnato all’ospedale Villa San Pietro. Secondo una prima ricostruzione, c’è stata una sassaiola tra le tifoserie e, all’intervento delle forze dell’ordine, alcuni facinorosi hanno danneggiato le auto della polizia municipale e ferito il vigile.”

ultras_scatenati2002 – 15 dicembre 2002
JUVENTUS vs LAZIO
Ultras scatenati a Termini.
“Laziali senza biglietto cercavano di salire sul treno per Torino.”

 

 

bslz0203 bslz020322003 – 11 gennaio 2003
BRESCIA vs LAZIO
Incidenti durante la partita.
“Qualche momento di tensione durante il primo tempo di Brescia-Lazio: le forze dell’Ordine sono intervenute nella curva dove si trovavavno i tifosi laziali, dopo che alcuni di loro avevano cominciato a lanciare oggetti e petardi nei confronti di polizia e carabinieri che li controllavano.”
Dopo la partita polizia e carabinieri che scortavano i tifosi laziali non sono riusciti ad evitare il contatto tra le opposte fazioni.

2003 – 2 febbraio 2003
CHIEVO VERONA vs LAZIO
Firenze: scontri tra tifosi laziali e della Fiorentina. Feriti quattro poliziotti. Danneggiata la stazione.
“Venti minuti di paura ieri mattina alla stazione di Santa Maria Novella di Firenze per una sassaiola tra tifosi laziali e della Fiorentina che provocato un fuggi fuggi generale, il ferimento lieve di quattro agenti (uno ad un’occhio), danni ai negozi, ad alcuni arredi della stazione ed ai vagoni, 110 tifosi della Lazio denunciati per danneggiamento e lesioni. Gli scontri sono scoppiati durante la sosta a Firenze dell’Intercity diretto a Verona, dal quale 150 tifosi laziali sono scesi per procurarsi cibo e bevande. Sul binario a fianco c’era un treno locale con a bordo un centinaio di tifosi viola, diretto a Lucca per Castelnuovo-Fiorentina. Le due tifoserie sono così venute a contatto e sono scoppiati gli incidenti. L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato che la situazione degenerasse. Il convoglio con a bordo i tifosi viola è stato fatto ripartire immediatamente, mentre quello con a bordo i laziali, tutti identificati dalla Polizia di Stato, è ripartito per Verona verso le ore 14, dopo che quattro carrozze, gravemente danneggiate sono state sostituite.”

2003 – 25 maggio 2003
UDINESE vs LAZIO
“Quattro ultrà della Lazio sono stati arrestati a Orte per aver aggredito e rapinato due tifosi napoletani sull’intercity Napoli-Venezia. Sul treno si trovavano tifosi laziali e napoletani per seguire le squadre in trasferta rispettivamente ad Udine e Venezia.”

2005 – 09 gennaio 2005
FIORENTINA vs LAZIO
CALCIO: FIORENTINA-LAZIO; INCIDENTI CON TIFOSI VIOLA
(ANSA) – FIRENZE, 9 GEN – Polizia e carabinieri sono intervenuti in serata, dopo la partita Fiorentina-Lazio, per allontanare una cinquantina di tifosi viola che stavano cercando di raggiungere i laziali.
È accaduto nei pressi della passerella di Via Frusa, su cui stavano passando i tifosi biancocelesti diretti alla stazione di Campo di Marte per raggiungere il treno per il ritorno a Roma. Gli agenti li hanno dispersi con una carica, impedendo che le due tifoserie entrassero in contatto. Due di essi sono stati fermati. (ANSA).

lazio_doria2005 – 24 gennaio 2005
LAZIO VS SAMPDORIA
CALCIO: INCIDENTI LAZIO-SAMPDORIA, ARRESTATI DUE ULTRAS =
RISSA SU TRENO A ORVIETO CON VARIE TIFOSERIE, FERITI

ROMA, 24 GEN. (ADNKRONOS) – DUE TIFOSI DELLA LAZIO, F. R., 20
ANNI E M. S., 19 ANNI, SONO STATI ARRESTATI NELLA TARDA SERATA DI IERI DALLA POLIZIA A ROMA IN RELAZIONI AGLI SCONTRI SCOPPIATI ALLA FINE DI LAZIO-SAMPODIRA FUORI DALLO STADIO OLIMPICO, NEI PRESSI DELL’AULA BUNKER DEL FORO ITALICO. IN QUEL POSTO UN GRUPPO DI LAZIALI HA AGGREDITO TRE TIFOSI DORIANI, DI 32 20 E 19 ANNI COLPENDOLI ALLA TESTA CON MANGANELLI ‘TELESCOPICI’ E UN COLTELLO. LE ARMI SONO STATE RECUPERATE DAGLI INVESTIGATORI DEL COMMISSARIATO PRATI MENTRE I TRE
FERITI SONO STATI MEDICATI ALL’OSPEDALE SANTO SPIRITO.
SECONDO LA POLIZIA L’AGGRESSIONE ALL’AULA BUNKER SAREBBE LA RISPOSTA AD UN’ANALOGO FATTO A PARTI INVERTITE AVVENUTO NEL SETTEMBRE SCORSO AL TERMINE DELLA PARTITA DI ANDATA A GENOVA. SEMPRE IERI POMERIGGIO NEI PRESSI DELLO STADIO OLIMPICO, LA POLIZIA HA SEQUESTRATO 25 CHILI DI FUMOGENI PROIBITI MENTRE UN TIFOSO DELLA SAMPDORIA È STATO
DENUNCIATO A PIEDE LIBERO MENTRE TENTAVA DI ENTRARE ALLO STADIO OLIMPICO PORTANDO ALCUNI BASTONI CON ALTRI TIFOSI.

2005 – 23 ottobre 2005
ROMA vs LAZIO
ROMA – Incidenti prima del derby di Roma. Un gruppo di circa 500 persone ha lanciato sassi contro alcune volanti, in via Boselli, vicino allo Stadio dei Marmi. Gli agenti hanno riferito che due gruppi di tifosi della Lazio e della Roma si sono ‘fronteggiati’ lanciandosi fumogeni, bastoni e altri oggetti. Nessun tifoso ferito e dopo qualche minuto la situazione è tornata tranquilla senza che le forze dell’ordine facessero cariche di alleggerimento.
Un ragazzo di 20 anni, tifoso della Lazio, è rimasto invece ferito al gluteo, da una coltellata, in piazza Maresciallo Diaz. L’aggressione è avvenuta poco prima della 17: il giovane, dopo aver parcheggiato il motorino, è stato affrontato da un gruppetto che è riuscito a scappare dopo averlo ferito.
Nella zona che circonda lo Stadio Olimpico sono stati sequestrati dalla polizia, durante i controlli nella zona “C”, quattro martelli da carpentiere e un coltello a serramanico. Gli oggetti erano nascosti dietro una siepe, leggermente sotterrati, in via Maresciallo Diaz. Nei controlli dentro lo stadio, invece, le forze dell’ordine hanno sequestrato 11 striscioni nei quali erano state scritte farsi oltraggiose e violente nei confronti del presidente della Lazio, Claudio Lotito.

2006 – 24 settembre 2006
LAZIO vs ATALANTA
Calcio, Lazio-Atalanta: Scontri, Dieci feriti
Fonte: repubblica.it
Dieci feriti, tra cui due funzionari di polizia e tre poliziotti. Questo il bilancio degli scontri avvenuti all’esterno dello stadio Olimpico prima di Lazio-Atalanta. Le forze dell’ordine sono intervenute per evitare il contatto tra le due tifoserie. (Nic. Api) (24/09/2006) (Spr)

2006 – 24 gennaio 2006
FIORENTINA vs LAZIO
Auto della polizia in fiamme
Gruppo tifosi della Lazio prima della gara con la Fiorentina

3 dicembre 2006
Alcuni tifosi laziali hanno lanciato un petardo contro un’auto della polizia causandone l’incendio, prima della partita con la Fiorentina. Un gruppo di una settantina di tifosi laziali si e’ staccato dal corteo cercando di raggiungere lo stadio di Firenze ed a lanciato alcuni petardi per farsi largo nel blocco delle forze dell’ordine. Gli agenti che erano dentro l’auto andata a fuoco sono riusciti ad uscire, e non hanno riportato conseguenze fisiche dall’incendio.

“Rivolgiamo alle autorità cittadine competenti un accorato invito: vietate l’uso dell’Artemio Franchi in occasione di partite a rischio”. E’ l’appello del Siulp di Firenze dopo gli scontri avvenuti ieri in occasione della partita di calcio Fiorentina-Lazio: i tifosi laziali, nelle vicinanze dello stadio, hanno dato alle fiamme un’auto della Polizia.
“Ormai abbiamo raggiunto la follia – accusa il sindacato nella nota firmata dal segretario Riccardo Ficozzi – e il personale della Polizia di Stato e delle forze dell’ordine in genere, che viene comandato ad espletare servizio di ordine pubblico in occasione di incontri calcistici, alla stregua di chi viene impiegato in rischiosi servizi di polizia giudiziaria, rischia seriamente la propria incolumità”.

2007 – 29 aprile 2007
ROMA vs LAZIO
ROMA, 29 aprile 2007 – Inizia, purtroppo, con brutte notizie il pomeriggio del derby Roma-Lazio. Tafferugli si sono verificati davanti allo stadio Olimpico, poco dopo l’apertura dei cancelli. Secondo quanto si è appreso gruppi di tifosi di Roma e Lazio si sono affrontati e due persone sono state accoltellate, rispettivamente al gluteo e alla spalla. I feriti sono stati medicati rispettivamente al Santo Spirito e al Gemelli. Scaramucce tra tifosi sono avvenute anche sul ponte Duca d’Aosta.

2007 – 14 agosto 2007
LAZIO vs DINAMO BUCAREST (preliminari Champions League)
Incidenti prima di Lazio-Dinamo, 5 romeni feriti
Roma 14 agosto 2007 –  Cinque i tifosi romeni sono stati feriti negli incidenti avvenuti stasera alla Stadio Olimpico prima dell’inizio dell’incontro Lazio-Dinamo Bucarest.
Il piu’ grave, di 33 anni, e’ ricoverato all’ospedale Santo Spirito con una prognosi di dieci giorni per una ferita al fianco. Dallo stesso ospedale e’ stato dimesso un 28enne romeno con una prognosi di otto giorni per una ferita alla gamba.
Altre tre sono stati accompagnati al policlinico Gemelli: un 37enne e un 16enne sono stati dimessi con prognosi di 8 giorni, il terzo e’ ancora sottoposto ad esame da parte dei medici.

2008 – 23 agosto 2008
LAZIO vs Benevento
TIFOSO DEL BENEVENTO ACCOLTELLATO DA ULTRAS LAZIALI
24 agosto 2008 alle 13:21 — Fonte: repubblica.it
Un tifoso del Benevento — a Roma per seguire la partita, valida per la coppa Italia, Lazio-Benevento — è stato accoltellato ieri, intorno alle 23,00 in via Gomenizza. Il ragazzo, 22 anni, è stato ricoverato all’ospedale Santo Spirito. Presentava ferite da taglio sul dorso e sul gluteo sinistro che i medici hanno giudicato guaribili in 20 giorni. La denuncia è stata fatta dallo stesso ragazzo alla compagnia dei carabinieri Trionfale. Autori dell’aggressione sarebbero stati degli ultras laziali.

2008 – 16 novembre 2008
Roma vs LAZIO
Roma, 20:33
CALCIO, ROMA-LAZIO: 8 TIFOSI ARRESTATI DOPO SCONTRI CON POLIZIA
Sono 15 gli agenti delle forze dell’ordine rimasti feriti durante gli scontri con gli ultras della Lazio prima del derby, con il lancio di oggetti da parte dei tifosi avvenuto a largo De Bosis e le conseguenti cariche di alleggerimento della Polizia. Al termine sono stati effettuati 8 arresti di tifosi laziali. Secondo quanto si è appreso, oltre ai tifosi arrestati (tra i quali anche un cittadino tedesco di Monaco di Baviera), ci sarebbero alcuni fermati. (16/11/2008) (Spr)

2009 – 12 aprile 2009
LAZIO vs Roma
Incidenti Lazio-Roma: 2 arresti, 5 denunce
È il triste bilancio dei fatti avvenuti allo Stadio Olimpico in occasione del derby della capitale
ROMA, 11 aprile – È di due arresti e cinque denunce il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia in occasione del derby tra la Roma e la Lazio. In manette sono finiti due tifosi della Lazio: un uomo di 38 anni, è stato bloccato durante una rissa avvenuta prima della partita, nei pressi dell’Olimpico, durante la quale l’uomo utilizzava come arma una cinta. Il secondo arrestato è un 29enne fermato dagli agenti durante scontri avvenuti nel corso della partita nella tribuna Tevere: con il volto coperto l’uomo ha aggredito alcuni tifosi giallorossi. Dagli accertamenti è emerso che si tratta di un pluripregiudicato.

LE DENUNCE – I cinque denunciati sono due tifosi romanisti e tre laziali. Gli ultrà giallorossi, un 17enne e un 26enne, sono stati sorpresi mentre scavalcavano dal settore distinti sud alla curva sud. Un 19enne tifoso della Lazio è stato denunciato perchè durante un controllo ha fornito false generalità. Altri due tifosi della Lazio sono stati denunciati perchè sono entrati in campo a fine partita. Per tutti è stata formulata la richiesta di Daspo. La Digos, nel corso dei controlli pre-partita, nella zona della Farnesina ha sequestrato un borsone all’interno del quale c’erano otto coltelli, cinque accette e 13 fumogeni.

2009 – 06 dicembre 2009
Roma vs LAZIO
Roma-Lazio, 6 arresti
Fermato anche uno steward ingaggiato dalla societa’ giallorossa
(ANSA) – ROMA, 7 DIC – Per gli incidenti scoppiati prima di Roma-Lazio sono stati bloccati e arrestati due tifosi romanisti e tre laziali. Poi, nel corso della partita nel settore Tevere, e’ stato arrestato uno steward del Frosinone, ingaggiato dalla AS Roma per il derby, perche’ si e’ reso responsabile di resistenza e lesioni nei confronti di un poliziotto che l’aveva piu’ volte redarguito e invitato a desistere dalle continue provocazioni e insulti verbali rivolte ai tifosi.

messaggero repubblica rete

1990 – 25 febbraio
lzrm8990LAZIO vs ROMA
Il derby-rissa.
“Erano da poco passate le 15.30, quando un gran botto ha scosso il Flaminio. Una bomba carta lanciata ha aperto la battaglia. I laziali si erano raggruppati alla rete di protezione e l’avevano fatta cadere; la polizia voleva evitare che lanciassero oggetti in campo e ha caricato proprio mentre i tifosi hanno cominciato a bersagliare con vari oggetti le forze dell’ordine. Una prima carica, con pochi uomini, poi un’altra più consistente, la curva ondeggia paurosamente, nasce un mini incendio che si propaga a metà settore. Attimi di grande paura. Alla fine il bilancio parla di 11 agenti e 2 funzionari feriti, 3 laziali ricoverati al San Giacomo e 6 arresti”.
86 ragazzi della curva Nord saranno identificati e denunciati a piede libero, per 4 persone scatteranno le manette.

arrestibo1991 – 24 marzo
ATALANTA vs LAZIO
La partita fu giocata allo stadio Dall’Ara di Bologna per la squalifica del campo dell’Atalanta. Incidenti prima, durante e dopo la gara. Dopo più di 5 anni, il 16 luglio 1996, 26 ultrà laziali furono condannati con pene da 4 a 9 mesi di reclusione.

 

 

lzna91921991-92 – 12° giornata
LAZIO vs NAPOLI
Incidenti prima e dopo la partita.
Due tifosi accoltellati, quattro arresti

1992 – 1 marzo
LAZIO vs ROMA
Incidenti nel derby: 16 denunciati a piede liberi e 3 arresti per droga.

1992 – 7 ottobre
CESENA vs LAZIO (Coppa Italia)
“Pesante il bilancio della guerriglia in notturna. 7 feriti (tutti delle forze dell’ordine), 5 denunciati. Il dopo-partita è stato turbato da incidenti scoppiati nel parcheggio e in Via del Mare. I carabinieri hanno dovuto effettuare varie cariche mentre teppisti cesenati hanno risposto con lanci bottiglie e pietre che hanno danneggiato alcune vetture. Al termine della partita 4-5 laziali si sono recati nei pressi della curva cesenate dove sembra che avessero parcheggiato la macchina, sono stati notati però dagli ultrà bianconeri che li hanno affrontati. Cariche dei carabinieri hanno salvato i romani dal linciaggio.”

1992 – 8 novembre
LAZIO vs TORINO
“Andrea Insabato, 33 anni, attivista di destra, nella curva Nord laziale, coprendosi il volto con una sciarpa, ha estratto una bandiera cona la stella di David, e dopo aver urlato alcune frasi contro gli ebrei, l’ha incendiata: e’ stato accusato di incendio doloso e manifestazione fascista.”

inclzmi94951994 – 20 febbraio
LAZIO vs MILAN
“Prepartita turbato da qualche tafferuglio sotto il settore ospiti. Un gruppo di ultras biancocelesti, partito dalla Nord, si è spinto indisturbato fin sotto il settore dei tifosi rossoneri, in cerca dei rivali. Ritardato intervento delle forze dell’ordine.”

 

1994 – 27 novembre
LAZIO vs ROMA
Durante il secondo tempo scoppiano incidenti nella curva Laziale. La polizia entra in curva ma viene ricacciata dagli Ultras.
“Scontri tra tifosi biancazzurri e agenti di polizia: otto feriti e dieci fermi. Scene da guerriglia con bastoni e fumogeni.”
Il mercoledi seguente si gioca Lazio-Napoli di Coppa Italia, 30 tifosi vengono fermati ed accusati di aver partecipato agli incidenti del Derby.

lzrm93941lzrm9394

sanpaolo1994-95 – 23° giornata
NAPOLI vs LAZIO
“Incidenti al San Paolo e sul treno per Roma.”

 

 

1994 – 20 agosto
TERNANA vs LAZIO (Amichevole)
“Incidenti a fine gara, ferito un tifoso della Ternana.”
Un ultrà laziale di 24 anni, denunciato; per lui il divieto di ritorno a Terni per 3 anni.

1997/98 – LAZIO vs BOLOGNA
“3 agenti feriti e 2 laziali arrestati perchè lanciavano biglie di ferro ai pullman dei tifosi bolognesi.”

1998 – 1 febbraio
NAPOLI vs LAZIO
Scontri tra laziali e forze dell’ordine al termine della partita nel settore Ospiti del San Paolo. Al ritorno il treno che riportava a casa 1000 tifosi laziali si ferma per via del freno d’emergenza. Le forze dell’ordine reagiscono bruscamente, entrando negli scompartimenti e cominciando a colpire alla rinfusa i laziali (anche delle donne).
57 tifosi laziali feriti, di cui 3 gravi.

1998 – 8 aprile
MILAN vs LAZIO (finale Coppa Italia)
Presenti 10.000 fans laziali.
Gli ultras laziali, dopo i fatti di Napoli si vendicano con le forze dell’ordine, caricandole in curva nell’intervallo tra il 1° ed il 2° tempo, che riprenderà con 5 minuti di ritardo.

mi-lz-9798 mi-lz-97982 mi-lz-97983 mi-lz-97984

1998 – 27 settembre
PERUGIA vs LAZIO
Prima della partita un libanese viene aggredito da un tifoso laziale.
Tafferugli dentro e fuori lo stadio (tra cui un laziale colpito al collo da un mattone che gli ha procurato una ferita di 15cm), 8 tifosi laziali arrestati.
“Tutti in lacrime allo scadere del primo tempo per due candelotti lacrimogeni sparati dalla polizia nel settore che ospita i tifosi della Lazio. Secondo una ricostruzione dei fatti gli incidenti sarebbero scoppiati quando un tifoso laziale recatosi in bagno è stato manganellato da un celerino.”
E’ la miccia che fa scatenare i tifosi laziali. Dentro lo stadio volano pezzi di rubinetti verso le forze dell’ordine. La partita viene sospesa per 15′. Fuori dallo stadio sassaiola e lancio di lacrimogeni. Un agente ferito e auto danneggiate.

1999 – 25 aprile
SAMPDORIA vs LAZIO
8000 laziali presenti. Scontri tra le opposte fazioni prima dell’incontro.
Un corteo con 1000 tifosi laziali con in testa lo striscione degli “Irriducibili”, giunti a Genova col treno, transita davanti alla gradinata Sud, quella degli ultras doriani, dal corteo si staccano duecento tifosi, che danno vita a 15′ minuti di guerriglia e corpo a corpo con gli ultras doriani. La polizia a stento e per mezzo dei lacrimogeni riporta la calma.

fi-lz-99-00firenze991999 – 15 maggio
FIORENTINA vs LAZIO
10000 laziali al seguito, di cui molti senza biglietto, giunti in pullman, auto, treni ordinari e un treno speciale. Incidenti alla stazione termini tra la polizia che voleva impedire la partenza dei tifosi sprovvisti di biglietto.
“Guerriglia: devastata la stazione Termini, fiamme sul treno biancazzurro, tifosi feriti. 250 milioni di danni.”
“Un tifoso della Fiorentina accoltellato ad un fianco alla fine della partita in via Santorre di Santarosa da 2 laziali, oltre 20 feriti, scontri tra tifosi viola e biancazzurri. Una carrozza del treno speciale data alle fiamme all’arrivo a Firenze. Auto danneggiate, pedoni minacciati e malmenati”.

1999 – 20 maggio
LAZIO vs REAL MALLORCA (Finale Coppa delle Coppe)
“Incidenti a Roma: 11 arresti, 27 persone contuse tra le forze dell’ordine, ingenti danni.”
“Subito dopo la fine della partita, gruppi di ultras biancocelesti, hanno cercato di forzare i blocchi della Polizia in via del Corso, predisposti dal sindaco. Le forze dell’ordine bersagliate da petardi e altri oggetti hanno reagito sparando lacrimogeni”.

 1982 – 14 febbraio
SPAL vs LAZIO
Qualche incidente tra spallini e laziali ha turbato la sensibilità degli spettatori. Al termine del match arrestati due laziali e tre fermati per i tafferugli.

1983 – 20 marzo
PERUGIA vs LAZIO
3 arrestati (Gianni Galuppi e Marco Monaci, 19 anni e Massimiliano Carnevali, 15 anni) e 28 denunciati a piede libero, sono tutti tifosi laziali.

romapicch1983 – 30 marzo
LAZIO vs NAZIONALE U.21
Dopo la partita un gruppo di giocatori romanisti che assisteva alla partita sono stati aggrediti.

1983 – 12 giugno
CAVESE vs LAZIO
“Alle 11.00 una carovana di pullman laziali è presa a sassate”
Presenti nel giorno della promozione in “A” 3.000 laziali. Alle 16.15 nel tentativo ti tenere separate le due tifoserie i Carabinieri esplodono lacrimogeni e un colpo di fucile: nella carica ci sono due contusi.

1983veronalazio831983 – 11 settembre
VERONA vs LAZIO
“Prima della partita sono scoppiati incidenti tra le due tifoserie, accoltellati due veronesi, fermati 64 laziali”.

1983 – 18 settembre
LAZIO vs INTER
“Tafferugli tra un centinaio di tifosi e la polizia a fine gara, 1 agente ferito, 3 arresti”.

1983 – 25 settembre
GENOA vs LAZIO
“Tafferugli tra tifosi: 4 fermati (2 genoani e 2 laziali)”.

marassi831983 – 9 settembre
SAMPDORIA vs LAZIO
“Guerra” allo stadio con bastoni e coltelli – Tafferugli durante la partita e nella zona di Brignole: 21 arresti (19 romani e 2 sampdoriani).
“Aperti i cancelli a venti minuti dalla fine a Marassi sono entrati gli esagitati. Bloccati anche alcuni minorenni e una ragazza. La battaglia è proseguita a Brignole a colpi di bottiglia. Bande di teppisti si sono affrontate per circa un’ora dopo la fine della partita armate di coltelli, mazze, spranghe, cocci di bottiglia e pistole lanciarazzi. Feriti anche 4 funzionari delle forze dell’ordine. […] tra i feriti c’è anche un tifoso genoano che nella mischia è stato accoltellato al gluteo da un tifoso laziale”.

  1983 – 23 ottobre
LAZIO vs ROMA
Torna il derby dopo tre anni.
“Incidenti fuori dallo stadio: 2 accoltellati e 13 arresti (4 per rissa, 8 per porto abusivo di arma impropria e 1 per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale”.

1983lzrm23ott19831983lzrm23ott19832guerriglieri

1983 – 26 novembre
LAZIO vs ROMA (campionato primavera)
“Tafferugli dopo la gara, due contusi (tifosi romanisti)”.

1983 – 27 novembre
LAZIO vs CATANIA
“Prima della partita un tifoso è stato denunciato per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Al termine della gara, Vito Nastasi, militare catanese di 19 anni è stato accoltellato mentre scendeva le scalette (prognosi 10 giorni). Giuseppe Consauro, militare palermitano di 21 anni viene aggredito da un gruppo di teppisti e derubato del portafogli. Scontri tra Laziali e Catanesi durante la partita”.

1983 – 18 dicembre
LAZIO vs UDINESE
“Al 91′ Virdis, segna il 2-2 dell’Udinese. In curva Nord un gruppo di tifosi tenta di invadere il campo. Interviene la polizia”.

juve1984 – 12 febbraio
JUVENTUS vs LAZIO
“Gli scontri tra le due tifoserie sono iniziati nella tarda mattinata. Verso le 12.30 tifosi laziali e juventini sono venuti a contatto nei pressi dello stadio, ne ha fatte le spese Giuseppe Basile 49 anni, operaio della Fiat, abitante a Ariasca (TO) che è stato aggredito da un gruppo di laziali nei pressi della curva Filadelfia (5 giorni di prognosi). Verso la fine della partita, rissa nei distinti: i tifosi laziali sfondano i cancelli e Franco Oddo, 17 anni, studente romano figlio di un brigadiere della forestale, viene accoltellato alla coscia sinistra e ferito alla testa (15 giorni di prognosi) da Stefano Bortoloni, 23 anni torinese, rimasto pure lui ferito alla testa”.

1984 – 19 febbraio
LAZIO vs SAMPDORIA
“Al termine della partita, Tonino d’Alessandro, 22 anni, di Avezzano (L’Aquila) è stato accoltellato all’uscita della curva Sud dello Stadio Olimpico (8 giorni di prognosi)”.

1984rmlz26feb19841984 – 26 febbraio
ROMA vs LAZIO
Stadio Olimpico presidiato fin dalla mattina con 1000 uomini, unità cinofile ed a cavallo. “Nei pressi di Ponte Milvio, la polizia rinveniva un grosso quantitativo di spranghe di ferro, bastoni, una molotov e un ascia.”
3 feriti prima della partita: Giordano Siena e Dario Cortellessa, entrambi di 18 anni si sono affrontati a colpi di bastone verso le 10 davanti ai cancelli della curva Sud (8 giorni di prognosi per entrambi); Rino Zuppardi è stato accoltellato alla coscia dentro lo stadio (prognosi di 10 giorni).
Incidenti al termine della partita. Scontri tra tifosi e polizia con lancio di lacrimogeni e bombe molotov in Piazzale Flaminio, Piazza del Popolo e Villa Borghese. Claudio Baiocchi, 22 anni, tifoso della Roma viene aggredito da tre quattro persone e accoltellato. 5 arresti (tra cui un minorenne) per lancio di pietre e porto di armi improprie.

1984 – 11 marzo
LAZIO vs MILAN
“Alessandro Simeone, 15 anni, di Roma, viene aggredito con calci e pugni, durante la partita e accoltellato all’addome, dentro lo stadio (10 giorni di prognosi).”

1984 – 15 aprile
FIORENTINA vs LAZIO
“Tafferugli prima della partita nel piazzale antistante lo stadio: 1 minorenne arrestato e 4 feriti (3 fiorentini e 1 laziale).”

1984 – 21 aprile
LAZIO vs NAPOLI
Incidenti prima e dopo la partita: 3 accoltellati (di cui uno gravissimo) e 9 arresti.
“Massimo Annunziata, nato l’1 gennaio 1961 a Napoli, è il più grave: è stato accoltellato 6 volte dopo la partita all’emitorace destro e sinistro, da un gruppo di teppisti mentre si dirigeva verso il pullman che lo avrebbe dovuto riportare a Napoli.
Leonardo Pellegrino, 59 anni è stato aggredito prima dell’incontro nei pressi della curva Sud ed è stato accoltellato alla coscia (8 giorni di prognosi). Prima della partita sono stati arrestati 9 tifosi (5 di Napoli, 3 di Roma e 1 di San Vito Romano). Due tifosi laziali sono stati aggrediti dopo la partita: Ezio Bastianini, 18 anni, è stato aggredito ed accoltellato (10 giorni di prognosi), Mauro De Santis, 18 anni, è stato malmenato fuori dallo stadio a calci e pugni (12 giorni di prognosi).”

1984 – 13 maggio
PISA vs LAZIO
“I primi incidenti sono scoppiati in curva Sud dell’Arena Garibaldi occupata da soli laziali. Dopo la partita atti di teppismo: alcuni tifosi laziali hanno dato fuoco ad un ciclomotore, un pullman che rientrava a Roma è stato bloccato sulla strada per Lucca da un fitto lancio di pietre. Il taxi che portava l’arbitro D’Elia è stato accerchiato al termine della gara: un vetro va in frantumi, l’arbitro riporta lievi ferite al volto.”

1984 – 10 settembre
ROMA vs LAZIO (COPPA ITALIA)
“6 arresti (3 prima della partita, 2 durante e 1 al termine della partita), numerosi fermati, agenti della polizia contusi ed un carabiniere ferito alla testa da una pietra (5 punti di sutura). In mattinata alcuni tifosi della Roma hanno devastato l’interno di un autobus dell’Atac: 15 persone fermate di cui 9 denunciate a piede libero per danneggiamento aggravato.
Dentro lo stadio Polizia e Carabinieri sono dovuti intervenire numerose volte per impedire l’invasione di campo di alcuni tifosi. Nel corso di uno di questi interventi a pochi istanti dall’inizio della partita, le forze dell’ordine sono state oggetto di una fitta sassaiola, da parte dei tifosi laziali della Curva Nord. Il Capitano dei Carabinieri Gennaro Calamo è rimasto ferito. Al termine della partita opposte fazioni hanno dato vita ad altri incidenti al quartiere Flaminio, in viale del Vignola e in via Tiepolo. In via Ripetta i Carabinieri hanno fermato 5 tifosi con catene.”

1985 – 20 gennaio
FIORENTINA vs LAZIO
“Incidenti fuori dallo stadio: 14 feriti, oltre 100 macchine danneggiate, 1 furto, un minorenne fermato e poi rilasciato. Oltre 200 milioni di danni. I primi incidenti in centro storico, un taxi distrutto, autobus danneggiati, piccole zuffe.
Salvatore Giangrande è stato aggredito da tifosi laziali armati di catene, subendo un trauma cranico con ferite multiple (7 giorni di prognosi).
Sugli spalti dopo il gol di Socrates la maxi-rissa. Intervento della polizia, cariche, due feriti (Massimo Micheletti, 21 anni e Alessandro de Laurentis, entrambi romani, hanno riportato contusioni cranico-facciali, ferite multiple, prognosi di dieci giorni).
Pietro Monticini, 43 anni è stato ferito da una bottiglia proveniente dall’esterno dello stadio che lo ha raggiunto in curva Maratona.
Enzo Magazzini, 29 anni, di Campi Bisenzio (Firenze), è stato ferito da un sasso (prognosi 10 giorni).
Dopo il 2-0, 300 tifosi laziali e alcuni gruppi di ultras viola hanno lasciato in anticipo lo stadio, per radunarsi nelle immediate vicinanze. La battaglia è stata impedita dalle forze dell’ordine, ma sono avvenute decine di scaramucce che hanno portato a vari ferimenti.”

1985 – 24 marzo
LAZIO vs ROMA
1000 agenti impegnati, più unità cinofile, 1 elicottero, tanti mezzi blindati. “Un minorenne arrestato (trovato in possesso di un coltello), due contusi e tanto materiale sequestrato (anche un’accetta e 3 bottiglie molotov) nei pressi dello stadio.”
Prima della partita tafferugli tra tifosi: 4 fermati per rissa (2 laziali e 2 romanisti). Scaramucce dopo la partita.

1985 – 15 settembre
BOLOGNA vs LAZIO
Tafferugli tra tifosi di opposta fazione dopo la partita nei pressi dello stadio Dall’Ara. Salvatore Guaglione, 17 anni, di Carpi è stato aggredito da alcuni tifosi laziali in via Don Sturzo, è rimasto leggermente ferito alla testa (8 giorni di prognosi).

1985 – 6 ottobre
SAMBENEDETTESE vs LAZIO
In mattinata sul lungomare i primi scontri: auto targate Ascoli Piceno danneggiate, sassi lanciati contro un pullman di laziali e vetri in frantumi. “Prima della partita la polizia la polizia ha rinvenuto all’interno dello stadio due bombe carta.”
Scontri tra tifosi dopo la partita fuori dallo stadio. Interventi della polizia con cariche e lancio di lacrimogeni. “La situazione si era fatta molto tesa quando dieci tifosi laziali che si dirigeva a piedi verso la stazione era stato seguito da un centinaio di tifosi locali. I laziali si sono barricati presso il bar “Molo Sud” nei pressi del porto con l’assedio di un migliaio di persone e sono stati liberati dalla polizia, che ha fatto uso di lacrimogeni.”
3 pullman di tifosi laziali danneggiati e 2 tifosi rossoblù denunciati per danneggiamento e resistenza. 3 feriti: Silvano Celentano, di San Benedetto del Tronto, trauma cranico (5 giorni di prognosi); Domenico Biscotti, carabiniere (4 giorni) e Umberto Lacchè (5 giorni).

1985 – 20 ottobre
VICENZA vs LAZIO
Tafferugli dopo la partita, nel centro della città: un minorenne romano è stato fermato con un coltello. Massimo Sandron, 18 anni, vicentino, è stato accoltellato alla coscia della gamba destra.

1985 – 8 dicembre
PERUGIA vs LAZIO
Scontri prima e dopo la partita: 4 feriti, 1 arresto, 1 denuncia a piede libero e 25 fermati.
“Al termine della partita un centinaio di ultras biancazzurri hanno lasciato la curva Sud dove erano sistemati e si sono lanciati di corsa verso la curva Nord. Il gruppo evitati i cordoni di Polizia e Carabinieri, ha danneggiato auto in sosta e organizzato una fitta sassaiola contro i tifosi perugini che lasciavano lo stadio. Nella sassaiola sono rimasti feriti Giuliano Mipatrini, 29 anni di San Sisto (taglio sopra l’orecchio 10 giorni di prognosi), Giuliano e Franco Zappitelli, padre e figlio di Ospetaletto di Bastia Umbra (rispettivamente 8 e 9 giorni di prognosi per tagli profondi alla nuca). Sassaiola contro i laziali all’altezza del sottopassaggio della stazione di Fontivegge.”

1986 – 5 gennaio
EMPOLI vs LAZIO
Circa 800 tifosi laziali.
“Prima della partita, un tifoso biancazzurro per protestare contro il guardalinee del lato della tribuna scoperta, dove erano assiepati i tifosi ospiti, ha saltato la barriera della gradinata e ha tentato di scavalcare la rete di recinzione. Il pronto intervento delle forze dell’ordine ha costretto alla resa il tifoso.” Dopo il rigore sbagliato dal laziale Garlini, i tifosi laziali hanno lanciato in campo oggetti vari: un pezzo di ferro e un legno hanno colpito il guardalinee al torace. La partita è stata sospesa per alcuni minuti.”

1986 – 19 gennaio
BRESCIA vs LAZIO
Violenta rissa tra tifosi di opposte fazioni:
“Marco Bartolomucci, 17 anni, romano, viene accoltellato al ventre da Roberto Racis, 21 anni residente a Brescia. Roberto Zanetti 23 anni bresciano è stato ferito alla testa con un pugno e qualche oggetto. 3 tifosi romani fermati.”

1986 – 18 maggio
PESCARA vs LAZIO
Incidenti prima della partita tra tifosi abruzzesi e romani. Al termine della partita, alcuni pescaresi si sono portati nel piazzale antistante allo stadio e hanno danneggiato le auto in sosta targate Roma.

1986 – 8 giugno
CATANZARO vs LAZIO
La Lazio è salva ma in curva si scatena la guerriglia. I catanzaresi s’accaniscono contro i 100 romani, che per ore rimarranno asserragliati dentro lo stadio, mentre fuori piovono sassi a ripetizione.

1986 – 6 agosto
VIA ALLEGRI – ROMA
“Guerriglia a Roma. Momenti di tensione dopo il sit-in dei tifosi laziali alla Federcalcio: la polizia spara lacrimogeni, risposta coi sassi. Caos!”.

1986 – 28 settembre
PESCARA vs LAZIO
Presenti oltre 300 tifosi laziali, arrivati con un treno speciale alle 12,15. Durante il tragitto per arrivare allo stadio, Giuliano Tozzi, romano è stato ferito dal lancio di una bottiglietta. Dopo la partita i tifosi pescaresi si sono scontrati con quelli laziali: corpo a corpo, auto danneggiate dai fans romani, cariche e lacrimogeni da parte della polizia. 30′ minuti di guerriglia. In viale Pindaro, nei pressi dello Stadio Adriatico, 2 agenti sono rimasti feriti leggermente. Oltre 30 fermati e denunciati per resistenza, lesioni e danneggiamenti, 4 feriti leggeri e molti altri feriti che non si sono fatti medicare.

1986 – 12 ottobre
CREMONESE vs LAZIO
Presenti circa 200 laziali arrivati in treno nella mattinata, poco dopo le 7,30. Dopo la partita alcuni laziali hanno danneggiato 20 auto in sosta lungo via Brescia.

1986 – 30 novembre
SAMBENEDETTESE vs LAZIO
Incidenti prima durante e dopo la partita.
Nella tarda mattinata cinque tifosi laziali sono stati fermati e denunciati a piede libero, perchè in possesso di hashish e corpi contundenti. Durante la partita scontri in tribuna tra tifosi delle due squadre: 2 laziali feriti. Dopo la partita 4 laziali sono stati fermati mentre stavano frantumando i vetri delle auto in sosta. Scontri tra laziali e sambenedettesi e lancio di pietre contro le forze dell’ordine.

1987 – 4 gennaio
LAZIO vs GENOA
“Incidenti dopo la partita allo stadio Olimpico e nelle zone circostanti.”
Due tifosi genoani arrestati all’ingresso dello stadio (trovati in possesso di una pistola lanciarazzi con relative munizioni) e altri denunciati a piede libero. Nei pressi di piazza Maresciallo Giardino alcuni tifosi laziali hanno lanciato sassi contro una volante della polizia: 6 fermi. Lungo la via Salaria un pullman di tifosi genoani è stato inseguito e preso a sassate: alcuni tifosi fermati sul posto.

1987 – 8 gennaio
LAZIO vs JUVENTUS (COPPA ITALIA)
“Accoltellati due tifosi juventini di 19 e 21 anni.”

1987 – 10 gennaio
LECCE vs LAZIO
“Al termine della partita sono stati arrestati: Nicola Scali, 18 anni di Trani, tifoso laziale e Claudio De Giovanni, 33 anni di Calimera (Lecce), per detenzione di materiale esplosivo. Le forze dell’ordine hanno compiuto una carica della curva: 4 arresti per danneggiamenti di auto in sosta.”

1987 – 1 marzo
LAZIO vs PESCARA
“Tafferugli dopo la partita: 3 tifosi laziali arrestati e 4 minorenni fermati, alcuni feriti.”

1987 – 26 aprile
TARANTO vs LAZIO
In mattinata 4 persone a bordo di due auto targate Roma, a Taranto non per la partita, sono state aggredite in Viale Magna Grecia, presso un distributore di benzina, prognosi di 7 giorni. I tifosi del Taranto accolgono i laziali con lo striscione “10, 100, 1000 Paparelli!!!”. Tafferugli alla fine della partita tra un gruppo di tifosi e le forze dell’ordine: sassaiola dei primi e carica dei secondi: 4 contusi.

1987 – 31 maggio
GENOA vs LAZIO
“Laziali scatenati, incidenti a Genova.”
Scontri tra laziali e genoani prima della partita. Circa 150 romani hanno atteso davanti allo stadio, l’arrivo dei tifosi genoani ed hanno iniziato un lancio di bottiglie, colpiti alche 4 agenti; numerosi fermati e rinvenuti a terra dei manganelli. All’inizio della partita tafferugli anche dentro lo stadio fermati e portati in questura 6 tifosi (5 genoani e 1 laziale).

1987 – 14 giugno
PISA vs LAZIO
200 agenti e 2 elicotteri hanno arginato la caotica invasione dei Laziali.
“All’Arena Garibaldi, due feriti (tra cui un poliziotto finito all’ospedale), un arresto, 6 fermi, sassaiole, cariche, lacrimogeni, ambulanza sulla pista dello stadio, barelle.” I pisani espongono lo striscione “PISA E IL PCI VI VOGLIONO IN C”.

1987 – 14 giugno
LAZIO vs ATALANTA
Incidenti all’Olimpico, dentro e fuori lo stadio: alcuni feriti, 4 fermati e denunciati per oltraggio a pubblico ufficiale.
“Dentro i pullman dei tifosi atalantini sono state sequestrati coltelli e armi improprie. Dentro lo stadio ci sono stati dei disordini e i tifosi atalantini sono stati isolati dal resto dello stadio da un cordone delle forze dell’ordine. Sono stati distrutti 4 servizi igienici dello stadio e un gruppo di tifosi laziali ha lanciato oggetti verso i tifosi dell’Atalanta. Dopo la partita circa 200 ultras biancazzurri hanno atteso l’uscita dei tifosi bergamaschi (poi fatti uscire alle 17.45). La polizia ha dovuto effettuare numerose cariche per disperdere i più facinorosi. Roberto Bruzzio, 20 anni agente del reparto mobile di Nettuno, è stato colpito alla testa da un sasso e traspostato all’ospedale (7 giorni di prognosi). Anche un altro agente è rimasto contuso”.

1987 – 22 novembre
BARLETTA vs LAZIO
“Lancio di lacrimogeni; 12 persone ferite dopo la partita. Lancio di pietre da parte dei tifosi barlettani alle forze dell’ordine”.

lzat87881987-88 – 9° giornata
LAZIO vs ATALANTA
Scontri e lanci di pietre dentro e fuori lo stadio tra le opposte fazioni.

 

 

 

atlz881987-88 – 28° giornata
ATALANTA vs LAZIO
Scontri tra tifosi, sassi contro la polizia, sette agenti contusi.

 

 

lzat89901989 – 5 novembre
LAZIO vs ATALANTA
6 feriti, 27 denunciati, 5 arrestati.
“Domenica nera: risse, ferimenti e 5 arresti”. “Gli incidenti sono avvenuti prima, durante e dopo la gara. Il bilancio è grave: oltre agli arresti (processati stamane) ci sono 6 feriti e 27 denunce. Ora il Flaminio rischia la squalifica.”.

 1966-67 – 16 ottobre
MILAN vs LAZIO
Durante la partita scoppia una scazzottata tra una cinquantina di sostenitori laziali e i milanisti.

1970 – 11 ottobre
TORINO vs LAZIO
Alla fine della partita i tifosi granata assediano per due ore gli spogliatoi della Lazio.

1970 – 29 novembre
LAZIO vs NAPOLI
Un tifoso napoletano accoltellato sugli spalti.
“Armando Vitaliano 29 anni di Avellino è venuto a diverbio con il laziale Lorenzo Minotti, 23 anni di Frosinone. Poche concitate parole, un insulto e poi il Minotti ha estratto un temperino e ha colpito al ventre il rivale. Alcuni agenti l’hanno subito dopo arrestato. Il ferito è stato giudicato guaribile in 7 giorni”.

1973 – 7 novembre
LAZIO vs IPSWICH (coppa UEFA)
Follia allo Stadio Olimpico.
“Incidenti in campo e sugli spalti. Dopo il gol annullato a Garlaschelli e il rigore assegnato all’Ipswich dall’arbitro olandese VanderKroft, è venuto giù lo stadio, con lancio di bottiglie di vetro e altri corpi contundenti in campo, tentate invasioni e aggressioni. Mentre il nervosismo dei giocatori è sfociato in urla e invettive rivolte all’arbitro. A fine partita la violenta insurrezione si è riversata sul prato verde, sanitari distrutti, porte dei bagni usate come ponti mobili per attraverare il fosso. Distrutte le porte e le panchine, pugni, calci e cazzotti distribuiti contro tutto e tutti. Attimi di terrore si sono vissuti soprattutto nel momento in cui è saltato l’impianto d’illuminazione. Gli incidenti sono proseguiti anche fuori dallo stadio, dove un gruppetto di sostenitori dell’Ipswich, è stato preso di mira e aggredito da teppisti laziali”.
La Lazio sarà estromessa per un anno dalle competizioni europee, e non potrà partecipare alla Coppa dei Campioni del 1973-74.

1974 – 31 marzo
ROMA vs LAZIO
“Durante la parita si verificano lanci di oggetti in campo verso i giocatori; risse tra opposte fazioni; le forze dell’ordine sparano lacrimogeni sugli spalti; fuori dallo stadio vengono incendiate auto, bus e cassonetti. 20 feriti, 20 fermi e 1 arresto”. “Dopo il rigore realizzato da Chinaglia, Carlo Rossi, 27 anni di Alatri, tifoso giallorosso ha scavalcato il fossato all’altezza della MonteMario di Sinistra cominciando a correre verso il centro del campo per aggredire l’arbitro. E’ stato fermato dal terzino sinistro Rocca che lo ha consegnato alle forze dell’ordine”.

1975 – 9 marzo
LAZIO vs NAPOLI
“Prima della partita, la polizia ha sequestrato una gran quantità di bastoni e spranghe di ferro e perfino bottiglie piene di sabbia. Scazzottate tra tifosi sugli spalti dopo il gol di Braglia per il Napoli”.

1975 – 23 marzo
LAZIO vs ROMA
Lanci di razzi e scontri tra tifosi delle opposte fazioni.
“Incidenti prima della partita: Armando Fuzio, studente, è rimasto ferito da un agente. Materiale ed oggetti vari sono stati sequestrati in notevole quantità: bastoni, pietre, biglie d’acciaio, bottiglie e catene(è stato necessario un camion per il trasporto. Quattro giovani che tentavano di scavalcare il muro di cinta dello stadio per entrare allo stadio sono stati arrestati”.

1975 – 6 aprile
LAZIO vs TORINO
Ancora incidenti durante la partita, alcuni arresti.
“Al termine del primo tempo sul 2-0 per il Torino una ventina di tifosi hanno lanciato bastoni e altri corpi contundenti in campo colpendo Francesco Silverio, Capitano del 1° reparto Celere di Roma. Nel 2° tempo dopo il gol del 3-1 di Pulici del Torino, i laziali hanno divelto le asse delle panche, divelto le porte dei gabinetti, per usarle come ponte per scavalcare il fossato. La Polizia ha sparato lacrimogeni nel settore dei facinorosi che hanno risposto con delle lanciarazzi sparando ad altezza d’uomo contro i reparti della Celere”.

1975 – 19 ottobre
PERUGIA vs LAZIO
Numerosi incidenti per le intemperanze dei tifosi laziali – Disordini allo stadio provocati da ultrà neri.
“Gli incidenti si sono avuti verso la fine del primo tempo, ma già precedentemente si erano avute delle scaramucce: gli ultrà si erano raggruppati nella parte sinistra della curva ed avevano cominciato a sventolare drappi neri e a salutare verso il campo con il saluto romano. Il gol di Garlaschelli è stata la scintilla. Sono cominciate a volare bottiglie e sassi. Poi sono comparsi i bastoni e lunghe spranghe di ferro. Un pandemonio. Gli ultras(molti avevano il volto coperto da fazzoletti biancazzurri) hanno poi cominciato un corpo a corpo coi perugini. Carabinieri e agenti hanno creato in breve un cuscinetto, aprendo una specie di terra di nessuno. Mezz’ora dopo il fischio di chiusura della gara, la polizia è dovuta intervenire anche alla stazione di Fontivegge per evitare che la situazione degenerasse”.

1976 – 8 febbraio
LAZIO vs SAMPDORIA
Per la prima volta vengono utilizzati i cani poliziotto negli stadi.

1976 – 22 febbraio
LAZIO vs PERUGIA
Nuovi irresponsabili episodi di violenza – Teppismo allo Stadio.
“Già prima della partita individui “incappucciati” hanno fracassato i vetri degli automezzi perugini. Scazzottate sugli spalti, un ferito e molte persone fermate e poi rilasciate. Nel settore della Tribuna Tevere non numerata ci sono stati tumulti e tafferugli. Dopo i ripetuti e inascoltati inviti alla calma, la polizia è intervenuta per separare i litiganti e ne ha fermati parecchi”.

1977 – 30 ottobre
LAZIO vs PESCARA
“300 tifosi abbruzzesi giungono a Roma con 6 pullmann. La scintilla nasce nel prepartita, quando alcuni romani puniscono la sprovvedutezza degli ospiti che lasciano nel piazzale antistante la curva Nord i propri torpedoni incustoditi, ma carichi di striscioni, tamburi e bandiere; che, essendo anch’esse biancazzurre, vengono trasferite e sventolate dai Laziali in curva Sud. Al termine della gara scoppiano violenti tafferugli sotto la curva Nord tra pescaresi e laziali.”

1979 – 28 ottobre
ROMA vs LAZIO
“Prima della partita viene arrestato un tifoso laziale di 15 anni, trovato in possesso di una pistola lanciarazzi. In curva Nord, feudo laziale prima della partita vengono stesi due striscioni “Olocausto Giallorosso” e “Rocca bavoso i morti non resuscitano”. Dalla Sud giallorossa partono tre razzi. Vincenzo Paparelli 33enne tifoso laziale viene colpito in pieno volto, morirà durante il trasporto all’ospedale”. E. M., 18 anni, uno dei complici fece i nomi dei tifosi coinvolti e accusò Giovanni Fiorillo di aver sparato. Fiorillo e Marcioni erano appartenenti al CUCS Roma. Arrestato anche il titolare di un negozio di caccia e pesca inizialmente (poi rilasciato) accusato di aver venduto il giorno prima del derby i razzi per segnalazione nautiche a 15000 lire l’uno senza licenza. “Soprannominato dagli amici “Tzigano” perchè per non sporcare il vestito buono, andavo allo stadio come un barbone” dichiarò Fiorillo. “Siamo andati a comprare dei razzi per fare un pò di casino. Sono pericolosi? abbiamo chiesto. No, ci ha risposto il proprietario, se li sparate in orizzontale dopo 50 metri si apre il paracadute e potete raccoglierli con una mano, se non ci avesse detto così non li avremo comprati. Oltretutto le istruzioni erano scritte in inglese e nessuno di noi lo conosce. Quel giorno i razzi me li ha portati dentro uno della Roma mentre io ero fuori con quelli del controllo”.

1979 – 18 novembre
NAPOLI vs LAZIO
22 arresti, 30 denunce, 3 quintali di raudi sequestrati.

Condividi questo articoloShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

4 commenti al post “Scontri

  1. Roberto scrive:

    Ciao ragazzi, mi chiamo Roberto ho 50 anni e frequentato da ragazzo la mitica curva nord, negli anni 80-85 il lunedì, compravo sempre i giornali sportivi, per ritagliare tutti gli scontri delle tifoserie d’italia sono documenti che ci fanno onore, in quegli anni abbiamo rischiato di rimanere senza tifosi…ogni domenica in casa e soprattutto fuori ne arrestavano una decina per volta!!se volete posso inviarvi il materiale. ciao e sempre forza LAZIO !!

    1. UltrasLazio scrive:

      Ciao Roberto,
      ci farebbe molto piacere ricevere il materiale di cui sei in possesso per poterlo pubblicare sul sito. Verrebbe visualizzato il tuo nome di fianco alla segnalazione. Puoi inviare il tutto alla mail webmaster@ultraslazio.it

      Grazie mille!

      1. Roberto scrive:

        Vi interessano solo gli scontri dove sono interessati i tifosi laziali oppure delle altre tifoserie?
        rispondete alla mail di riferimento.Ciao

  2. Antonio scrive:

    ah ah l’ articolo postato sugli scontri alla stazione non e’ di Lazio Napoli del 2001 ma degli anni 80 quando a Roma venivano i Club. Nel 2001 ve la siete vista brutta questa e’ la verità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>